Output Intellettuali

IO1 Studio comparativo sui sistemi ECEC e Linee guida del Modello Hub&Spoke

L’obiettivo dell’IO1 è analizzare le situazioni di esclusione dei bambini e la qualità dei sistemi ECEC a livello europeo, nazionale e locale. Lo studio IO1 includerà un’analisi comparativa che spiegherà i diversi sistemi ECEC a livello nazionale e si concentrerà su un’analisi comparativa degli indicatori qualitativi nei contesti locali dei Paesi partner coinvolti. Terrà conto dei seguenti aspetti:

  • Dati statistici a livello europeo e nazionale;
  • Dati statistici a livello locale;
  • Fabbisogni e caratteristiche dei contesti caratterizzati da esclusione sociale;
  • Analisi locale: punti di forza e di debolezza dei sistemi locali ECEC;
  • Principali sfide dei sistemi locali ECEC sul piano della qualità e inclusione;
  • Le politiche educative ufficiali a livello europeo / nazionale / locale;
  • Le linee guida ufficiali a livello europeo / nazionale / locale;
  • Procedure di monitoraggio e valutazione attuate dai sistemi ECEC;
  • Analisi delle competenze per i professionisti ECEC.

L’IO1 sarà realizzato attraverso:

  • La raccolta di almeno 2 tra le migliori buone pratiche a livello nazionale e di almeno 2 tra le migliori buone pratiche a livello locale riguardanti i sistemi ECEC, da realizzarsi attraverso questionari mirati;
  • La raccolta di informazioni da esperti professionisti coinvolti nei servizi ECEC al fine di definire un quadro di competenze, da realizzarsi attraverso interviste mirate.

È noto che, seppur gli obiettivi di Barcellona siano stati raggiunti numericamente in quasi tutti i Paesi dell’UE, ci sono ancora differenze sostanziali negli indicatori qualitativi, soprattutto quando si tratta di famiglie che vivono situazioni di marginalità sociale, soprattutto a causa della crisi economica.

L’elemento di innovazione è dato dal fatto che F.R.I.E.N.D.E.S.K. cercherà di analizzare tale gap qualitativo su una scala più larga, cercando di presentare un quadro transnazionale il più ampio possibile e presentando le migliori buone prassi in termini di innovazione (impatto e trasferibilità a livello europeo).

Output finale:

  • 1 Rapporto finale comprendente informazioni quantitative e qualitative sui contesti ECEC a livello locale, nazionale, europeo, e Linee guida per la sperimentazione del Modello Hub&Spoke
  • 1 Quadro di Riferimento sulle Competenze, con identificazione dei gruppi target

IO2 Pacchetto formativo per professionisti ECEC

L’obiettivo dell’IO2 è sviluppare un programma di formazione innovativo rivolto agli esperti ECEC e basato sui fabbisogni definiti nell’IO1 “Studio comparativo sui sistemi ECEC e Linee guida del Modello Hub&Spoke”.

Il pacchetto formativo consisterà in una serie di contenuti, metodologie, attività di apprendimento, criteri di valutazione e risultati di apprendimento al fine di migliorare la qualità dei sistemi ECEC e implementare il Modello Friendesk nei rispettivi territori sulla base dei risultati dell’IO1.

Il pacchetto formativo produrrà due risultati:

  • La progettazione di un percorso formativo offline basato sulle competenze (Competence Based Learning) per l’Attività di formazione transnazionale (C1) rivolta ad esperti esterni;
  • La progettazione di un percorso formativo online collegato alla Piattaforma Web (IO4) e costituito da una serie di moduli in e-learning.

Pertanto, l’IO2 è propedeutico all’Attività di formazione transnazionale che consisterà in un percorso pilota di formazione per docenti ed esperti ECEC (tra psicologi, educatori ed insegnanti per bambini con bisogni speciali, mediatori culturali). L’obiettivo di questa formazione di rafforzamento delle capacità consisterà nel potenziare le loro abilità professionali attraverso metodologie inclusive e approcci pedagogici. Inoltre, poiché l’IO2 è correlato all’IO4, i responsabili della formazione lavoreranno a stretto contatto con gli sviluppatori web.

L’elemento di innovazione è rappresentato dall’interrelazione con l’implementazione del Modello Friendesk. L’impatto previsto è quello di creare una “Comunità di Pratica” per condividere esperienze sul tema dell’integrazione sociale nei sistemi ECEC, così come informazioni e contatti per sviluppare ulteriori collaborazioni a supporto del progetto F.R.I.E.N.D.E.S.K. L’idea è far sì che F.R.I.E.N.D.E.S.K. possa diventare uno dei più grandi forum sui sistemi ECEC in Europa, potenziando relazioni e scambio di idee (trasferibilità).

Output finale:

  • Rapporto finale con il programma di formazione e i criteri di selezione per il gruppo target dell’Attività di formazione transnazionale (C1).

IO3 Sperimentazione del Modello Hub&Spoke Friendesk

L’obiettivo dell’IO3 è creare un modello di approccio innovativo per l’avvio e l’implementazione del Modello “Hub e Spoke”. Esso consiste in un luogo fisico in posizione centrale o in un elemento centrale (l’”Hub”) e nelle sue diramazioni a livello territoriale (i “raggi” o sotto-elementi) rappresentati dagli esperti operanti nei sistemi ECEC.

Sulla base delle Linee Guida del Modello Friendesk (IO1), l’Hub sarà sviluppato come un Family Help Desk, da realizzare contemporaneamente in circa 15 scuole situate in ogni Paese partner, mentre gli “Spoke” saranno gli esperti esterni. Il Modello Hub&Spoke Friendesk sarà utile per coinvolgere e aiutare le famiglie e i bambini vulnerabili a causa di ostacoli economici o geografici, o che vivono in aree emarginate (es. periferie povere, ghetti).

F.R.I.E.N.D.E.S.K. è un progetto innovativo perché propone un modello logistico ed educativo mai sperimentato finora. Il piano d’azione coinvolgerà i principali attori del settore dell’istruzione al fine di generare effetti moltiplicatori a livello territoriale ed europeo. Sebbene il progetto abbia un focus specifico sui bambini che vivono in condizioni di svantaggio, l’attenzione principale sarà sulla famiglia, da considerare come il contesto in cui si realizza l’apprendimento e lo sviluppo delle capacità sociali dei bambini. Inoltre, anche se la famiglia è ben integrata con la comunità, essa potrà utilizzare i servizi offerti e partecipare a iniziative comuni; così facendo, ogni bambino avrà molte più opportunità nell’essere coinvolto socialmente e nel ricevere stimoli educativi esterni.

F.R.I.E.N.D.E.S.K. opererà proprio per tale scopo, realizzando un modello innovativo progettato per collegare i principali attori dell’ECEC e colmare il divario con le famiglie che vivono in condizioni di emarginazione.

IO4 Piattaforma Web Integrata e Interattiva con percorsi formativi MOOC

Gli obiettivi dell’IO4 sono:

  • Erogare percorsi di formazione;
  • Creare una comunità virtuale rappresentata dagli attori del Family Help Desk e dai beneficiari della formazione;
  • Diffondere tutti i materiali del progetto (linee guida, rapporti).

La creazione di una Piattaforma online open source per la formazione MOOC sarà rivolta alle parti interessate dei sistemi ECEC. Un corso online open (MOOC) è un corso online finalizzato ad una partecipazione illimitata e all’accesso aperto tramite il web. Oltre ai materiali formativi tradizionali, come lezioni filmate, letture e esercizi, i MOOC potranno fornire corsi interattivi con un forum per gli utenti al fine di supportare gli scambi tra studenti, professori, assistenti didattici (TA) coinvolti nella comunità virtuale, nonché per ricevere dei feedback immediati rispetto ad esercizi e compiti. Potranno essere incluse anche le certificazioni.

Questa Piattaforma interattiva integrata offrirà non solo percorsi formativi, ma anche uno spazio sociale per gli obiettivi del progetto. L’IO implicherà la progettazione, la sperimentazione e la pubblicazione dello spazio digitale, che includerà una piattaforma interattiva (MOOC) e dei social media che contribuiranno allo sviluppo delle competenze degli utenti e alla loro partecipazione nella comunità virtuale. La piattaforma consentirà di massimizzare l’accesso, la diffusione e lo scambio di conoscenze promosse da studenti e insegnanti, e di promuovere la competitività e la qualità della formazione.

IO5 Governo e indirizzo del Modello Hub&Spoke

Il modo in cui il sistema ECEC è concepito e organizzato dipende fortemente dalle autorità responsabili ai diversi livelli amministrativi, quali Ministeri, Regioni o Comuni.

L’IO5 formulerà linee guida per gli enti pubblici relativamente a come affrontare la povertà infantile e l’esclusione sociale attraverso misure specifiche, quali sostegno mirato e prestazioni alle famiglie, e servizi educativi e di assistenza per la prima infanzia di qualità elevata.

L’obiettivo è influenzare le autorità al fine di migliorare i contesti locali per favorire l’inclusione sociale dei bambini.

Sulla base dei risultati dell’IO1, la Direzione Regionale per l’Istruzione Primaria e Secondaria della Tessaglia, organizzazione partner responsabile dell’IO5, realizzerà una serie di linee guida di governo ed indirizzo utili per la sostenibilità del progetto e un migliore impatto sui contesti locali. Le linee guida terranno conto dei punti di forza e di debolezza dei contesti locali, individuando i fattori comuni a partire dall’analisi prodotta dall’IO1. L’impatto potrà essere garantito solo coinvolgendo parti interessate significative.

R.D.T.E., in quanto autorità educativa regionale, garantirà l’impatto a livello politico del progetto. Tutti i partner associati utilizzeranno la loro rete, per avere un impatto non solo locale, ma anche regionale e nazionale. Saranno coinvolte reti europee, come European Schoolnet (http://www.eun.org/), enti pubblici e parti interessate.

Saranno presentate raccomandazioni rivolte agli enti pubblici nei Paesi partner da utilizzare oltre la durata del progetto. Queste raccomandazioni saranno accessibili in maniera libera e gratuita, saranno a disposizione di tutte le parti interessate, anche in un’ottica futura.

Sarà tenuta in considerazione la possibilità di traferire tale risultato ad altri Paesi, grazie al coinvolgimento di tutti i partner e al ruolo di leader di R.D.T.E., coinvolgimento basato sulla stretta collaborazione con le diverse parti interessate nel campo dell’istruzione a livello europeo e internazionale.

F.R.I.E.N.D.E.S.K.: Foster Reception for Inclusive Educational Needs:
Development of Educational Support for Kids
Convenzione n. 2019-1-IT02-KA201-062355

Disclaimer

The European Commission support for the production of this publication
does not constitute an endorsement of the contents which reflects the views
only of the authors, and the Commission cannot be held responsi­ble for any use
which may be made of the information contained therein.

Privacy Policy
Cookie Policy

Realizzato da oltremira

Iscrizione alla Newsletter



Copyright © 2020

Coordinatore

FISM
Federazione Italiana Scuole Materne della Regione Toscana
Viale Europa, 206, 50126 Firenze – Italy
Phone: +39 055-6821526
E-mail: info@fismservizi.net
Web: www.fismservizi.it